Tu Mariam vivi, nella veglia

 

della tua vita, tutta la passione

 

dell'Umanato Verbo crocifisso

 

ed in preghiera avvolgi l'universo.

 

 

 

 

Vivendo l'esperienza della croce,

 

di carità investita e consumata,

 

Cristo ti dona il suo stesso cuore

 

e a te si sposa con un patto eterno.

 

 

Nella tua carne pura e verginale

 

stimmatizzata da infuocati dardi,

 

ti senti madre di ogni peccatore

 

e soffri in te il prezzo di sua vita.

 

 

 

 

E tutta offerta per la Chiesa Santa

 

affretti ognor la sua rinnovazione

 

perché servendo in povertà e amore

 

splenda fedele a Cristo e al suo vangelo.

 

 

 

 

Il Santo Spirito su te si effonde

 

e ogni speranza si fa luce viva

 

tu la riversi su tutta la terra

 

assetata di pasqua e di perdono.

 

 

 

 

Umile ancella a Dio sempre fedele

 

concedi a noi l'umiltà del cuore

 

perché con te riuniti nella lode

 

possiam cantare la gloria del Signore. Amen.

 

 

 

 

(Canto scritto dalle Carmelitane del Monastero di S. Maria Maddalena de' Pazzi – Firenze)